Filosofia, teologia e apologetica

Eviternità – VII

Sezione 7 : Il tempo, deformazione dell’anima. Lo abbiamo visto: il tempo in sé non esiste neanche per il fisico: per lui esiste una costruzione matematica dove una funzione biunivoca è stabilita tra uno spazio vettoriale ad una dimensione, suo… Read More ›

Eviternità – VI

Sezione 6 :  Il “tempo” e la “fisica” La nozione di “tempo” newtoniana (implicitamente) ancora usata dai fisici, e cioè quella basata sulla misura di eventi paragonandoli ad altri apparentemente ricorrenti, e ancora implicitamente ma realmente inculcata nel subconscio dei nostri… Read More ›

Eviternità – V

Ma quale è il meccanismo stesso che permette all’osservatore umano, proprio in quanto attuato nell’eviternità e nella temporalità, di sperimentare al secondo grado tale costrutto “Tempo”? Ricapitoliamo alcuni punti messi in evidenza: nella temporalità, proprio per definizione, non abbiamo garantita… Read More ›

Eviternità – IV

Sezione 5 : Il costrutto “Tempo” Finora abbiamo solo parlato di cambiamento e dell’osservazione del cambiamento in quanto esperienza reale di qualunque tipo di osservatore: potremmo anche dire che la nostra esperienza dell’essere in generale è il cambiamento nella sua… Read More ›

Eviternità – III

Sezione 4: L’osservatore eviterno Questi osservatori eviterni meritano di essere studiati più da vicino. Quel che li rende particolarmente interessanti è che non solo sono capaci di osservare cambiamenti al di fuori di loro, ma in particolare di osservare i… Read More ›

Eviternità – II

Riassumendo abbiamo quattro grandi categorie di enti presso i quali osserviamo cambiamenti: quelli che ci sono esterni a noi di cui possiamo osservare almeno in principio tutti i moti, quelli che ci sono esterni di cui è possibile osservare in… Read More ›