La propaganda LGBT tra vittimismo, disinformazione e apologia di reato

unisiminculpop

Qui in Brasile sta facendo molto discutere il caso di Charleston “Veronica” Bolina, travestito di Sao Paolo le cui foto, che lo mostrano ammanettato e dal viso tumefatto nel cortile di una prigione, hanno fatto il giro del web. Alla pubblicazione delle foto sono seguite quasi immediatamente ; la campagna #SomosTodasVerônica,la solidarietà a prescindere dei movimenti LGBT locali e internazionali che ne chiedono la scarcerazione senza se e senza ma e l’ergastolo per i perfidi torturatori omofobi, una campagna stampa di Forum (rivista online dell’intellighenzia pensosa locale) che ne ha avviato una specie di processo di santificazione ….anche il Bel Paese non si e’ ovviamente tirato indietro, con l’Huffington Post che tuona ; Veronica Bolina è stata torturata e sfigurata solo perché transessuale.

Orribile, se fosse vero. Ma e’ falso.

Il 10 Aprile scorso, il buon Charleston aveva deciso saggiamente di fumarsi qualche chilo di crack ( versione ‘povera’ della cocaina molto popolare in Nord e Sud America) e s’era convinto che la sua vicina Laura P. di 73 anni (ripeto; 73 anni. Si e’ capito? 73 anni) fosse nientepopodimenoche Satana in persona, decidendo dunque di ammazzarla a colpi di bastone. Quasi riuscendoci; Dona Laura.(di 73 anni. No, casomai non fosse chiaro) si e’ ritrovata coi denti fracassati, ha riportato lesioni al cranio e sul corpo, un braccio rotto, e sarebbe probabilmente morta se non fossero intervenuti prima un altro transessuale , noto come Beatriz, ed una donna vicine e amiche della vittima (anch’esse prese a bastonate e mandate all’ospedale dall’esuberante Charleston) e poi la Policia Militar. Portato in galera, il nostro ha continuato a dare allegramente di matto, facendo casino in cella con gli altri detenuti e strappando a morsi l’orecchio di una guardia intervenuta a sedare i disordini.

Ora, perche’ raccontarvi questa storia di ordinaria follia & squallore umano?

Perche’ e’ un’ottima rappresentazione di quanto la ‘battaglia per i diritti’ sia piu’ che una battaglia…una guerra; una guerra totale, in cui la propaganda gioca un ruolo fondamentare e in cui cose come la verita’ e l’ obbiettività sono considerate irrilevanti se non veri e propri ostacoli.

Charleston-Veronica ha, nell’ordine, lasciato una vecchina di 73 anni in fin di vita, mandato due persone all’ospedale, strappato a morsi un orecchio ad un secondino; ma di tutto questo, francamente, chissenefrega????????E’ nata una stella, un martire della causa, la vittima senza peccato di ogni razzismo machismo sessismo, musa ispiratrice di pipponi volti a mostrare che la colpa…e’ di tutti, tranne che di Charleston. La colpa e’ della societa’ omofoba, la colpa e’ della polizia, la colpa e’ del razzismo, la colpa e’ probabilmente anche mia che vivo qua, magari anche dell’utente Blas che vive qua vicino, la colpa e’ forse anche vostra, lettori ipocriti, sicuramente c’entra pure la Chiesa-e-il-suo-malefico-modello-patriarcale-e-il-suo-opporsi-ai-sacrosanti-diritti-LGBT, insomma la colpa e’ di tutto l’universo tranne che del buon Charleston. Perche’ Charleston e’ un transessuale; e quindi e’ vittima, a prescindere. Soprattutto perche’ Charleston serve alla causa; e se serve alla causa, allora chissenefrega della verita’.

Che uno si chiede quanto sia smandrappata questa causa, che si serve di queste e simili pseudo vittime per autolegittimarsi, che e’ cosi’ social e ‘a favore del popolo’ da sbattersi affinche’ ricchi occidentali possano affittarsi l’utero di qualche poveraccia ordinare un bambino come se fosse una pizza e portarselo a casa a prodotto finito. Questa causa che non si arrende di fronte a niente , soprattutto di fronte all’evidenza, sia essa biologica, culturale, razionale e in questo caso pure penale.

Una tristezza infinita, un rimbecillimento collettivo molto piu’ profondo di quello causato dal crack di cui era ghiotto il nostro eroe; perche’ l’ideologia e’ la droga piu’ pericolosa di tutte, perche’ e’ una saracinesca tra l’uomo e la realta’, perche’ a differenza di altre droghe non solo non determina stigma sociale ma anzi trasforma qualsiasi mentecatto semianalfabeta in un’ intellettuale a la page….

Ideologia che pero’ e’, vedi supra, talmente smandrappata che anche gli stessi omosessuali-e non sembrano crederci piu’ di tanto, anzi esserne francamente disgustati; se la storia nella sua cruda e poco edificante verita’ e’ bellamente ignorata sia dai militanti LGBT che dall’intellettualume pensoso verde oro, qui potete vedere video di omosessuali-e e trans che prendono le difese…delle vere vittime, ovvero della signora e di chi l’ha aiutata, non di Charleston. Che di tutto ha bisogno (di cure, di essere internato in una struttura adeguata e non in una cella essendo praticamente un folle) certo non di essere eletto a Sant* Martir* di una ideologia che raschia il sottofondo del barile pur di darsi una parvenza di nobilta’.

Non so voi, ma io trovo confortante che indipendentemente dalle proprie inclinazioni sessuali e scelte di vita, la maggioranza degli essere umani abbia ancora capacita’ , e la voglia, di distinguere il vero dal falso. Sursum Corda.

Annunci


Categorie:Sproloqui

7 replies

  1. Purtroppo, Claudio, non sono troppo sicuro che la maggior parte delle persone sia ancora capace di distinguere il vero dal falso.

    Mi piace

  2. E dal nkstro inviato è tutto, linea allo studio!
    Ritorno col botto, carissimo! 😀
    Sant* Martir* poi è da collezione.

    Comunque non tutto è perduto e mai lo potrà essere, caro Giancarlo. Non foss’ anche perché come cristiani crediamo in una coscienza interiore dono di Dio, fatta ad immagine dell’altissimo, che lo brama e lo cerca, che guida l’uomo verso il vero e il bene. Ritengo che tutti sappiamo benissimo comprendere dove sia il vero, ma abbiamo smesso di “ascoltarci”.
    Tu che ne pensi Claude?

    Liked by 1 persona

    • certe versioni deformanti i fatti purtroppo non sono monopolio di giornalisti laici,,in vena di vendere ed emergere,conosco e sono in possesso,legittimo (pervenutimi per distrazione dell’autore e del suo complice),documenti che dovevano restare “segreti”,molto più orribili dei fatti brasiliani,,perché ideati da ecclesiastici ,solo per fare del male.Uomini di Chiesa,graduati,,che oscurano Cristo e il suo messaggio di Salvezza.Papa Francesco va aiutato,preghiamo per sostenerlo in questo suo impegno di purificare la Chiesa.

      Mi piace

    • Ueila!Avrei dovuto dire ‘gran parte degli esseri umani che non lavorano/studiano nel campo delle Scienze umane (Filosofia Sociologia etc) li il discorso si fa piu’ complesso….. ti diro’ Giancarlo, gli unici cattolici (o catholic friendly) che frequento con una certa regolarita’..siete voi di Croce-Via. Per il resto, il 95% dei miei amici conoscenti colleghi e financo la fidanzata o se ne fregano, o sono attivamente contro ( l’idea scrausa che hanno della) Chiesa. Eppero’ certi temi (utero in affitto, picchiare una vecchina perche’ sei strafatt* e diventare una specie di martire, altre consimili palesi distorsioni della verita’) fanno breccia, son robe cosi’ palesemente malate che ci devi avere proprio la testa infilata ben benino nel sedere (per esempio bivaccare in un dipartimento di scienze umane, o essere un militante duro e puro)per non renderti conto che c’e’ qualcosa che non va, indipendentemente dalle scelte di vita-dove e con chi ti piace fare all’ammmmore-etc.
      Ovviamente non basta (senno’ Dio non ci avrebbe mandato Suo Figlio, sarebbe bastato un Socrate o meglio ancora un Aristotele) ma la natura umana esiste, la ricerca della verita’ ne e’ parte fondamentale, e per quanto la puoi distorcere-ignorare…la verita’ ti si impone e ad un certo punto ci devi fare i conti. Noi si puo’ solo (tentare di) facilitare il processo, in primis nelle nostre capocce e poi in quelle degli altri.

      Liked by 1 persona

  3. Invoco il mio diritto a non dichiarare e chiedo si mi provveda di un avvocato. 🙂

    Liked by 1 persona

    • eheheheh poi sei pure argentino, da quel che ho capito percepito come rivale calcistico-economico-social-culturale dei braz!Lo dico con cognizione di causa perche’ i primi tempi qui mi arrangiavo con una specie di portunholitaliano, poco port e parecchio nholitaliano, parlato a velocita’ supersonica e infarcito di cioe’ (che suona molto come ‘che’). Pensavano che fossi un argentino in incognito, con tutte le incomprensioni del caso 🙂

      Mi piace

  4. Questa è la prova se ce ne fosse bisogno dell’inesistenza dell’omofobia: dov’è questo nemico, se tutto il mondo è pronto a scatenarsi per una semplice foto di cui neanche si conoscono le circostanze?
    La “teoria del nemico” è uno dei pilastri principali del totalitarismo, perfettamente spiegata dai due minuti di odio di Orwell: non è importante sapere se Emmanuel Goldstein esista o meno, opponga idee valide oppure no, importante è che egli sia un oppositore dell’Oceania e del Grande Fratello e meritevole di disprezzo solo in quanto tale.

    Liked by 1 persona

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: