Réginald Garrigou-Lagrange o.p. – La potenza del tomismo

RGL“il tomismo ha una grandissima potenza d’assimilazione (non diciamo tuttavia d’adattamento). Esso accetta tutto ciò che c’è di positivo e di dimostrato nelle altre concezioni, ma rigetta ciò che esse negano indebitamente. È come una sintesi superiore al di sopra di sistemi opposti tra loro; al di sopra dell’evoluzionismo di Eraclito e dell’immobilismo di Parmenide, con la sua dottrina dell’essere diviso in potenza e atto. È anche al di sopra del meccanismo e del dinamismo con la sua dottrina della materia e della forma; al di sopra del materialismo o sensualismo e dell’idealismo platonico, con la sua dottrina dell’anima forma del corpo; al di sopra del determinismo psicologico e del libertismo poiché ammette che l’elezione libera è sì sempre diretta dall’ultimo giudizio pratico, ma essa stessa accettandolo fa che sia l’ultimo.
Esso è anche al di sopra del panteismo che assorbe Dio nel mondo e di quello che assorbe il mondo in Dio; per la stessa ragione è, con la sua dottrina della mozione divina, al di sopra dell’occasionalismo che sopprime le cause seconde e del molinismo che sottrae la causa seconda alla premozione divina.
Anche dal punto di vista sociale, il tomismo si tiene al di sopra del comunismo di stato, che assorbe l’individuo nello Stato, e dell’individualismo che misconosce le esigenze del bene comune, oggetto della giustizia sociale. Per san Tommaso l’individuo (ut pars societatis) è subordinato alla specie e alla società, ma la società è subordinata alla persona che deve tendere verso Dio. Il tomismo ammette così che c’è più nel reale che in tutti i sistemi. Perché? Perché la realtà, soprattutto la realtà divina, è incomparabilmente più ricca di tutte le nostre concezioni filosofiche. «Ci sono più cose in cielo e sulla terra, Orazio, che in tutta la nostra filosofia»41, dice un personaggio di Shakespeare. Leibniz diceva: «I sistemi filosofici sono veri in ciò che essi affermano e falsi in ciò che essi negano». Ma Leibniz diceva così come eclettico. Il tomismo non è un eclettismo, giacché ha i suoi principi direttivi, necessari e universali, soprattutto quello della divisione dell’essere in potenza e atto e del primato dell’atto, che lo obbliga a risalire sempre all’Atto puro,
principio e fine di tutte le cose.

 Garrigou-Lagrange, Reginald OP. Essenza e attualità del tomismo, Fede e Cultura, 2012, pag. 26
Annunci


Categorie:Aforismi

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

17 replies

  1. Ti ringrazio per davvero, caro Minstrel, per questa citatzione che non conoscevo e che riassume perfettamente il perché anch’io considero il tomismo come il miglior atteggiamento intellettualmente e spiritualmente, nel senso del più equilibrato da un lato e del più efficace dall’altro, per rendere conto del Reale.
    Buona Domenica in Pace

    Liked by 1 persona

  2. Ma di tutti i tipi “tomi” che sono in giro per il mondo nel web e nella chiesa, dicevo, di questi tipi “tomi” si pyò dire siano “tomisti”? 🙂

    Liked by 1 persona

  3. A me piace, all’interno della citazione, quella di Leibniz. Ora mi resta da vedere che cos’è “eclettico” in filosofia….e stabilire quanto eclettica (o non ) sono.

    Mi piace

  4. Per favore date un’occhiata nello spam se avete un altro mio commento. L’ho inviato ed è sparito. Grazie.

    Mi piace

  5. Dunque. Da veloce googlata, della serie come diventare filosofi in 2 click, il mio pensiero filosofico (personale) sembra essere in effetti un tantino “eclettico”, ma non nel senso negativo e del “tutto fa brodo”, bensì nel senso che ho trovato nella definizione di Diderot qui http://www.filosofico.net/Antologia_file/AntologiaD/DIDEROT_%20SPIRITO%20SISTEMATICO%20COM.htm

    Domanda: è possibile in sintesi for dummies indicare la differenza sostanziale tra quel eclettismo (del link) e il tomismo?

    Grazie. (presumo anche che ci siano diverse “gradazioni” e posizioni di tomismo più o meno “eclettiche”, giusto?)

    Mi piace

  6. Il commento è scomparso di nuovo proprio poco fa e dopo essere comparso il link con numero ma non il commento stesso….boh…..conteneva un link, uno solo, ad un sito di filosofia, che sia quello?? Non mi pare che ci siano parole strane…mah….deve esserci un filtro quando si nominano filosofi non-tomisti hahah 😛 😀

    Mi piace

  7. Tadaaaaaaa! Finito diretto nello spam. Secco secco senza passare dal via. E non ci crederai ma ha fatto tutto wordpress!!! …che sia tomista pure lui? 😀

    PS: dacci tempo per la domanda, anche se in effetti il titolato per fare il prof. di filosofia che compara con dovuta accortezza le scuole di fil è Claudio (o dernhelm ovvio!)

    Mi piace

    • titolato….. per quattro anni (il mio dottorato !) mi sono praticamente occupato in maniera monomaniaca solo di epistemologia,anzi solo di antiscetticismo contemporaneo+Wittgenstein. Una forma di autolobotomia, altro che ….

      Mi piace

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: