La Chiesa, colonna della Verità (01)

Domenica 22 novembre 2015, festività di Cristo Re

INTRODUZIONE[1]

Sia che siate cattolici sia che non lo siate, è possibile che vi poniate delle domande sulla fede Cattolica. È possibile che siate a conoscenza di obiezioni sollevate contro la pretesa della Chiesa Cattolica di essere l’unica verace interprete e custode degli insegnamenti di Gesù Cristo.

Queste obiezioni sono di sovente avanzate dai missionari delle altre fedi che sempre più spesso vengono a bussare alla vostra porta domandandovi “Sei sicuro di essere salvo?”, dalle pressioni del vostro prossimo che vi spingono ad ignorare gli insegnamenti della Chiesa, dalla cultura secolare che vi sussurra: “Dio non esiste”.
Non potrete venire a capo di tali obiezioni a meno che non siate a conoscenza delle basi della fede Cattolica. Questo opuscolo ha lo scopo di introdurvi a queste ultime.
Nel Cattolicesimo troverete risposta alle domande più complesse della nostra vita: Perché esisto? Chi mi ha creato? Come devo agire? A queste domande potrete trovare una risposta soddisfacente se solo aprirete il vostro cuore alla grazia di Dio (affidandovi alla Chiesa che egli ha stabilito) e seguirete il piano che lui ha per voi. (Gv 7,17).
UNA STORIA ININTERROTTA

Gesù ha detto che la sua Chiesa sarebbe stata “la luce del mondo”. Ed ha aggiunto che “una città in cima ad un monte non può restare nascosta” (Mt 5,14). Ciò significa che la sua Chiesa è una organizzazione visibile. Questa deve avere pertanto delle caratteristiche che la identifichino in modo chiaro e la distinguano dalle altre chiese. Gesù ha promesso “Costruirò la mia Chiesa e le porte dell’Ade non prevarranno su di essa”. (Mt 16,18). Ciò sta ad indicare che la Chiesa non verrà meno e non si distaccherà mai da lui. La sua Chiesa sopravvivrà fino al suo ritorno.
Tra tutte le chiese Cristiane, solo la Chiesa Cattolica esiste fin dai tempi di Gesù. Ogni altra chiesa Cristiana esiste in quanto, in qualche modo, si è separata dalla Chiesa Cattolica. La Chiesa Ortodossa Orientale si separò dall’unità con il papa nel 1054. Le chiese Protestanti nacquero durante la Riforma, che ebbe inizio nel 1517 (molte delle odierne chiese Protestanti, se ne contano a migliaia, sono a loro volta nate da scismi avvenuti in seno alle varie confessioni Protestanti originarie e da scismi ulteriori di queste realtà scismatiche).

Solo la Chiesa Cattolica esisteva già nel decimo secolo, nel quindicesimo secolo e nel primo secolo, insegnando fedelmente le dottrine affidate agli apostoli da Cristo stesso, non omettendo nulla delle medesime. La linea di successione dei papi può essere fatta risalire in modo ininterrotto fino a Pietro. Nessun’altra istituzione nella storia può essere comparata alla Chiesa da questo punto di vista.
Persino gli Stati più antichi oggi esistenti sono giovani se comparati al papato, e le chiese i cui missionari vengono di tanto in tanto a bussare alle vostre porte sono giovanissime se comparate con la Chiesa Cattolica. Molte di queste sono anzi di origine recentissima, essendo state fondate nel diciannovesimo o nel ventesimo secolo. Alcune di queste sono addirittura nate dopo di voi. Nessuna delle chiese suddette può quindi avanzare la pretesa di essere la Chiesa fondata da Gesù.
La Chiesa Cattolica esiste da quasi 2000 anni, nonostante l’enorme opposizione che questa ha incontrato nel mondo. Ciò è già quasi una testimonianza dell’origine divina della medesima: difficilmente, infatti, una organizzazione puramente umana avrebbe potuto resistere così tanto, questo specialmente in considerazione del fatto che i suoi membri – anche alcuni dei suoi capi – sono stati spesso poco saggi, peccatori, corrotti e propensi all’eresia.

Qualsiasi organizzazione meramente umana che annoverasse nelle sue fila questo genere di membri sarebbe collassata molti secoli fa. Invece, la Chiesa Cattolica è oggi la chiesa più vigorosa al mondo (e la più grande, contando più di un miliardo di membri: praticamente un sesto del genere umano), e questa è una testimonianza non dell’abilità dei suoi capi, ma della protezione dello Spirito Santo.
LE QUATTRO NOTE SPECIALI CHIESA

Se desideriamo individuare la Chiesa fondata da Gesù, abbiamo bisogno di individuare quella che goda delle quattro principali note o qualità della Chiesa di Cristo. La Chiesa che andiamo cercando deve essere Una, Santa, Cattolica e Apostolica.

La Chiesa è Una (Rm 12,5; 1 Cor 10,17; 12,13; CCC 813-822)
Gesù ha fondato solo una Chiesa, non una collezione di differenti chiese (Luterana, Battista, Anglicana, ecc.). La Bibbia dice che la Chiesa è la sposa di Cristo (Ef 5,23-32). Gesù non può avere che una sola sposa, e la sua sposa è la Chiesa Cattolica.
La sua Chiesa inoltre insegna un solo complesso di dottrine, che devono essere le stesse insegnate dagli apostoli (Gd 3). Questa è quell’unità di fede a cui ci richiamano le Scritture. (Fil 1,27; 2,2).
Nonostante il fatto che, in effetti, ci sono alcuni Cattolici che dissentono dalle dottrine ufficialmente insegnate, i pastori della Chiesa – i papa ed i vescovi in comunione con questi – non hanno mai cambiato alcuna dottrina di quelle trasmesse in seno alla medesima. Durante i secoli, alcune dottrine sono state via via esaminate sempre più attentamente, così la Chiesa è giunta ad una comprensione più profonda della medesime (Gv 16,12-13), ma durante questo processo di approfondimento della comprensione delle varie dottrine non si è mai giunti ad una contraddizione, vale a dire a sostenere una dottrina opposta rispetto ad un’altra precedentemente insegnata.

La Chiesa è Santa (Ef 5,25-27; Ap 19,7-8; CCC 823-829)
In forza della sua grazia, Gesù fa la Chiesa santa, proprio come lui è santo. Questo non significa che ogni membro della Chiesa è un santo. Gesù, anzi, ha chiaramente detto che nella Chiesa ci sarebbero stati membri buoni e cattivi (Gv 6,70), e che i suoi membri non avrebbero avuto la certezza di andare in paradiso (Mt 7,21-23).
La Chiesa è in sé santa perché è la fonte della santità e la dispensatrice di quegli speciali mezzi della grazia che Gesù ha stabilito: i sacramenti (cf. Ef 5,26).

La Chiesa è Cattolica (Ef 5,25-27; Ap 19,7-8; CCC 823-856)
La Chiesa di Cristo è detta cattolica (“universale” in Greco) perché è un dono destinato a tutto il mondo. Gesù ha detto agli apostoli di andare per il mondo e di fare discepole “tutte le nazioni” (Mt 28,19-20).
Per duemila anni la Chiesa Cattolica ha portato avanti questa missione, predicando la buona novella di Cristo morto per tutti gli uomini e desideroso che tutti gli uomini diventino membri della sua famiglia universale (Gal 3,28). Oggigiorno la Chiesa Cattolica è diffusa in ogni paese del mondo e continua a mandare missionari per convertire tutte le nazioni a Cristo.
La Chiesa fondata da Cristo è detta “Chiesa Cattolica” almeno dall’anno 107, quando Ignazio di Antiochia usò questa espressione per descriverla. Tale espressione, però, era già comune al tempo di Ignazio, il che significa che questa probabilmente risale fino al tempo degli apostoli.
La Chiesa è Apostolica (Ef 2,19-20; CCC 857-865)
La Chiesa fondata da Cristo è apostolica perché egli nominò gli apostoli come suoi primi capi. Gli apostoli hanno poi nominato dei loro successori per ricoprire tale carica. Gli apostoli furono i primi vescovi, e, fin dal primo secolo, c’è stata una linea ininterrotta di vescovi Cattolici i quali hanno fedelmente trasmesso ciò che gli apostoli avevano insegnato ai primi Cristiani tramite le Scritture e la Tradizione orale (2 Tim 2, 2). Questo insieme di dottrine include quelle relative alla Resurrezione di Gesù, alla Presenza Reale di Cristo nell’Eucaristia, alla natura sacrificale della Messa, al perdono dei peccati per mezzo di un Ministro della Chiesa, alla rigenerazione battesimale, all’efficacia delle preghiere per i morti, al ruolo specialissimo di Maria nell’economia della salvezza, e a molte altre cose (compresa la stessa dottrina relativa alla successione apostolica). Gli scritti dei primi Cristiani provano che costoro erano pienamente Cattolici per ciò che concerne le dottrine e le pratiche, considerando i successori degli apostoli quali loro pastori. Quello che i primi Cristiani credevano è ciò che ancora oggi crede la Chiesa Cattolica. Nessuna altra Chiesa può avanzare la medesima pretesa.

COLONNA DELLA VERITÀ

La Chiesa è rimasta una, santa, cattolica e apostolica non grazie agli sforzi dell’uomo, ma perché Dio stesso protegge la Chiesa che egli ha stabilito sulla terra (Mt 16,18; 18,20).
Egli guidò Israele durante la sua fuga dall’Egitto tramite una colonna di fuoco (Es 13,21). Oggi egli ci guida tramite la Chiesa Cattolica.
La Bibbia, la Sacra Tradizione e gli scritti dei primissimi Cristiani testimoniano che la Chiesa insegna con l’autorità stessa di Gesù. In quest’epoca di innumerevoli religioni, ognuna della quali cerca di accreditarsi come autorità assoluta, una sola voce si leva al disopra del frastuono: la Chiesa Cattolica, che la Bibbia chiama “la colonna ed il fondamento della verità” (1 Tm 3,15).
Gesù assicurò agli apostoli ed ai successori di questi, il papa ed i vescovi, che chi avesse ascoltato loro avrebbe ascoltato lui e chi avesse respinto loro avrebbe respinto lui (Lc 10,16). Gesù promise di guidare la Chiesa alla verità piena (Gv 16,12-13). Possiamo essere sicuri quindi che la sua Chiesa insegna solamente ciò che è vero.

[1] Questo testo è una libera traduzione dell’opuscolo Pillar of Fire, Pillar of Truth, edito da Catholic Answers.

Leggi la Prefazione

Translated by Trianello

Annunci


Categorie:Magistero

Tag:, , , , , , , , , , , ,

9 replies

  1. Non ha senso dire che la Chiesa cattolica ( occidentale ) esiste da sempre. Gli ortodossi ed i miafisti esistono da altrettanto, non è un argomento dirimente, affatto, forse vale pure per gli anglicani.

    Mi piace

    • Tecnicamente è come dici ma mi pare che nel post sia specificato che le chiese orientali esistano in quanto staccatesi da una precedente Cattolica, quindi quella Cattolica è precedente nel senso che è “generatrice” delle altre.

      Mi piace

      • Sai qual è il problema di questa visione? E’ che gli altri dicono lo stesso di quello che dici, e visto che non hanno problemi con il loro passato, sono anche molto più credibili.

        Cattolico non vuol dire poi solo ed escusivamente universale, ma più che altro integrale, questo lo scrivo ai tomisti.

        Scrivere poi che la Chiesa cattolica è la più vigorosa al mondo dipende che cosa gli si vuol far dire perché molti dei suoi gruppi all’interno sono degli eretici, molti di quelli che sono contati come fedeli, in realtà non lo sono, altri sono spesso soltanto dei superstiziosi, e tolte queste 3 categorie è davvero difficile dire dov’è e com’è la Chiesa, ed è fuorivante e sconsolante dire ” eh beh è così per tutti gli altri cristiani, e l’ipocrisia vige in tutti i culti, le eresie anche, le superstizioni pure” perché noi siamo di Cristo, gli altri no.
        Ma a quanto pare ci si accontenta di poco, infondo anch’io sono cristiano e dò ben poco, sarà un difetto di specie humana.

        Mi piace

        • Più che “superstiziosi” sarebbe corretto definirli come aventi una forma di “religiosità naturale”.
          I puramente superstiziosi, credo siano una realtà decisamente marginale…

          Mi piace

          • magari marginale no, però su quel che dici è che finché non si è santi si è sempre legati ad un approccio naturale in fin dei conti, e non è di per sè un male, se non si smette di camminare.

            Inoltre lo sviluppo missionario ha i suoi tempi. Anticamente le missioni seguivano la presenza ebraica, poi abbiamo avuto dei grandi come Bonifacio, Patrizio, Ansgar, Cirillo e Metodio verso quei popoli che con la conversione dei propri re, che anticamente erano al contempo i pontefici massimi ( come per Roma ), hanno evangelizzato il mondo .
            E’ evidente che questo tipo di evangelizzazione, che ricalca il metodo paolino, è molto differente dall’evangelizzazione colonialistica dei tempi moderni.
            Anzi.
            In Africa fratelli miei, si portano aiuti umanitari a tutto spiano, ma non si battezza ( ho sentito racconti su Ghana e Nigeria ) , non chiedetemi perché, ma si lasciano i catecumeni tali per molto tempo con la scusa della preparazione, gente che ha più fede di me. E’ tutto dire, non serve nascondersi dietro un dito : se il papa alle volte è ambiguo, è un’uomo, è comprensibile visti i tempi, ne abbiamo avuti di peggiori. Se la Chiesa ha in sè infiltrati, questo lo sappiamo dall’inizio della nostra storia, giacché nessuna confessione ha mai avuto così tante defezioni ed attacchi come il cristianesimo.

            Mi piace

            • D’altronde così è stato per lo stesso Gesù Cristo (se a questo ti riferivi con “dall’inizio della nostra storia”)

              Mi piace

            • ovviamente facendo il riscontro : la Chiesa, oltre a non essere eretica dottrinalmente e edonistica disciplinarmente, segue i canoni, soprattutto liturgicamente. Poi se non c’è Amore si tratta di una falsa chiesa, od una falsa parrocchia, una falsa realtà. Il problema è che più si ama più si è perfetti…dov’è dunque la Chiesa? Ringraziando Dio è manifestata dai santi, l’istituzione è il bastione in cui crescere ed il prato protetto dai vaganti. Si potrà dire che il dubbio viene, vedendo altre confessioni cristiane che hanno coscienza di sè, che non solo ci sono altri bastioni,ma stanno meglio.
              Non può essere un caso che le uniche confessioni extra cattolicesimo latino, tradizionali e valide, abbiano tutte un congiungimento con gli antichi 3 patriarcati petrini in oriente ( Costantinopoli ha Gerusaleme ).

              Mi piace

        • Certamente. Pensavo agli gnostici ed ai giudaizzanti.

          Mi piace

  2. “… et omissione
    … mea culpa, mea culpa, mea maxima culpa.”

    Mi piace

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: