Blog dei blogs: breve rassegna web – 11

Negative WWW

Negative WWW

Apologeticon
Il caro Luis è finalmente arrivato a trattare delle streghe e della leggenda nera della Chiesa “brucia tutti belli e brutti”. “[la] propaganda è stata ed è così capillare ed insistente che molti cattolici sono realmente convinti di appartenere ad una Chiesa che non è stata altro che un’associazione a delinquere grondante di sangue. Secondo questa propaganda l’inquisizione Cattolica nacque nel XIII secolo, in pieno medioevo, proprio per dare la caccia alle streghe. Ma le cose stanno proprio così?”
Grazie!

Andrea Tornielli
Continua l’epurazione del suo blog con la disabilitazione dei commenti nei posts. E i post sono la trascrizione delle parole di Bergoglio che più lo colpiscono. E va beh… un pò mi mancano però le litigate con i “Sal” e i “Mauro” di turno.

Infotdgeova
Continua il dibattito fra me e Mauro1971 che pretende di parlare di filosofia senza sapere cosa sia la filosofia e dicendo che la filosofia stessa è inutile rispetto alla scienza. Si, lo so, sto perdendo tempo… però intanto mi sto ripassando Cartesio, i limiti della scienza e della filosofia e ho scoperto che la neuroscienza è oramai considerabile uno degli ultimi territori inesplorati nei quali gli scientisti si sentono al sicuro dall’avanzata del mistero del reale e del ritorno della metafisica, dove possono cullarsi nella pretesa che il mondo giri come vogliono loro.
Nel frattempo arriva UCCR che sembra leggere nella mente e pubblica nelle ultimissime che:

UCCR
Il neurologo Shallice dice chiaro che “la mente non è un prodotto dei neuroni”. E come potrebbe? Siamo ancora alla ricerca del motore perpetuo?! Simon (impelagato in questi giorni come non mai, ecco perché assente da Croce-via), interrogato dal sottoscritto su questa questione, mi risponde: “si… c’è chi ancora si illude. Al salone di Ginevra ogni anno ci sono circa 10 nuovi prototipi.”
La mia faccia alla notizia: 0_0

Magister
Ha naturalmente le sue ragioni Rosanna a dire che Magister spesso forza l’interpretazione della realtà che osserva per arrivare a delle sue conclusioni naturalmente lontane dal progressismo più sfrenato. “Ma non era il papa più amato dai progressisti?” si chiede lui. E lo fa richiamando l’orrore dell’aborto che, da quel che so, è accettato da eresie teologiche come quelle di Mancuso, non dai progressisti pienamente iscrivibili nell’alveo cattolico. Forzatura?
Ci tiene anche il sociologo Guzzo a far la sua parte al riguardo, però una lettura gliela darei.

Vatican Insider
Due notizie interessanti:
– il Vaticano ritira dal suo sito il testo del colloquio fra Papa e Scalfari. Data 15 novembre 2013. Così Lombardi: «L’intervista è attendibile in senso generale, ma non nelle  singole valutazioni: per questo si è ritenuto di non farne un testo consultabile sul sito della Santa Sede. In sostanza, togliendola si è fatta una messa a punto della natura di quel testo. C’era qualche equivoco e dibattito sul suo valore. Lo ha deciso la Segreteria di  Stato».
Dall’intervista ad O’Malley, uno degli otto cardinali “consultori” del Papa, riguardo alla pastorale sui risposati leggo che Papa Francesco: “vuole che troviamo il modo di aiutare le persone nel loro secondo matrimonio a tornare ai sacramenti e a essere riconciliati, e di vedere se il processo di annullamento può essere più user-friendly”. Well, we’ll see how.

Messainlatino
Ci fa sapere che in Statale a Milano è stata appesa una locandina di un «Gruppo gay» dell’ateneo per lanciare un cineforum su omosessualità e religione. Illustrazione scelta: un Benedetto XVI con il rossetto e cipria. Oooh, che provocazione. E che grande novità. E qual acume copiare l’arte meno arte che esista. E perché usare Benedetto e non Francesco? Mmmmmh, qui c’è puzza di incompresione e di politically correct di infima specie. Ma certamente sto esagerando io.
Conclusione. Meno se ne parla, più questa locandina avrà quel che merita: l’oblio.

Chiesa e postconcilio
Sta diventando una sorta di pagina news di tutto quello che concerne l’attualità cattolica; non passa giorno che non posti articoli diversi con la tecnica del copia+incolla presi da altri blog. Il che potrebbe anche andare bene se non fosse per le brevi introduzioni della padrona di casa nelle quali, ahimé, si riconosce la lente deformante con la quale la stessa Mic osserva la realtà, lente che oramai conosciamo bene.
Ahimé, già. Però alcuni posts copiati sotto i “preludi” sono assolutamente condivisibili. Ad esempio questo ci permette di leggere in italiano l’intervista rilasciata a Costanza Miriano per El Huffington Post dopo che in Spagna alcuni hanno chiesto il ritiro dal mercato librario del suo libro “Sposati e sii sottomessa”. Non è un paese per cattolici.
Domanda (che spiega il “potrebbe andare bene”): ma secondo voi è possibile copiare paro paro un intero articolo di un altro blog sul proprio? Io ho remore anche solo quando cito poche righe… boh.
A tale proposito forse è meglio:

Costanza Miriano
Linkare il blog originale. Almeno li puoi parlarne direttamente con l’autrice del bel libro in discussione e discorrere con i suoi lettori. Va beh, ognuno fa quello che vuole. Andiamo avanti

Cristianesimo Primitivo
Dal forum più ganzo dedicato agli studi del cristianesimo primitivo offre un bel thread su uno degli ultimi libri, tradotto finalmente in italiano, dell’ateo Ehrman che smonta definitivamente le tesi miticiste che oramai non fanno ridere nemmeno i polli: “Gesù è davvero esistito?” (notato il titolo infingardo? eheh). Anno di pubblicazione 2012. Arrivo in Italy? Adesso…
Molti hanno polemizzato con lui perché ha scritto un libro inutile: i miticisti sono assurdi, è giusto o anche solo pensabile criticare l’assurdo? Probabilmente, con grande sapienza commerciale, egli ha compreso che l’assurdo pensato da molti può essere fonte di guadagno. Mica scemo!
Apprendiamo così che sul suo blog ha scritto (in traduzione):

«la posizione miticista non è considerata intellettualmente credibile nel mio campo (sto usando un eufemismo, dovreste sentire quello che la maggior parte dei miei amici * effettivamente * dice in proposito ….). Nessuno che io conosca personalmente (e conosco *molti * studiosi del Nuovo Testamento, Cristianesimo, e così via), la prende * in alcun modo * sul serio come valida prospettiva storica (questo include non solo cristiani ma anche ebrei, agnostici, atei ..), ed i miei colleghi a volte mi dicono che sto fornendo ai miticisti esattamente la credibilità che vanno cercando, per il semplice fatto di discutere con loro. E’ un buon punto, e lo prendo sul serio.
[…]
«L’altro motivo per restare fuori dalla mischia è che alcuni miticisti sono semplicemente persone sgradevoli: meschine, arroganti, ingenerose e aggressive. Non mi piace granché dialogare con qualcuno che mi vuole tagliare la giugulare. Quindi, beh, non lo faccio. (Sembrano anche avere a disposizione tempo infinito e energie inesauribili per discutere punto dopo punto dopo punto dopo punto dopo punto.. Io, ahimè, non ce l’ho.)»

Amen Bart! AMEN!

L’IMPRESCINDIBILE

Cristianesimo Cattolico
Riporta l’articolo di Libero in cui Palmaro racconta la telefonata del Papa. Leggiamo: “Il Papa quasi non mi ha lasciato finire la frase, dicendo che aveva compreso che quelle critiche erano state fatte con amore e come fosse importante, per lui, riceverle». Parole che «mi hanno molto consolato»”.

Avete altre segnalazioni da farci? Beh, i commenti sono aperti; postatele lì senza alcun problema. Grazie!

Annunci


Categorie:Blog dei Blogs

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

10 replies

  1. Continua la mia valorizzazione delle anime autenticamente ” benedettiane ” a lode di Dio ! http://traditiocatholica.blogspot.it/2013/11/papa-francesco-ci-dice-di-essere.html

    Mi piace

  2. L’agenzia stampa della CEI, la sir, scrive una provocazione condivisibilissima circa la locandina dei Gay della Statale:

    http://www.agensir.it/sir/documenti/2013/11/00274739_vincere_facile_rischiare_mai.html

    “Avviso, questo è un “messaggio” ad alto contenuto di umorismo, che si sappia e non si cominci a gridare all’istigazione e alla provocazione. Che così son capaci tutti e non è questa l’intenzione.
    Allora, ragazzi, vi piace vincere facile con chi porge l’altra guancia, eh? Comodo mettere ombretto e rossetto a un anziano Papa emerito e invocare la censura al primo segno di dissenso, vero? Comodo appellarsi a un sacrosanto diritto, quello di satira, per sfruttare il trambusto e poi strepitare di polemiche pretestuose invitando a contestualizzare, non è così? Ebbene, cari goliardi studenti dell’università Statale di Milano, permettete un suggerimento comunicativo destinato ad elevare se non il tono, almeno il ritorno mediatico della manifestazione.
    Già che vi sforzate di ideare questi spiritosi manifesti per pubblicizzare il cineforum su “omosessualità e religione”, provate a fare qualcosa di veramente satirico e di rottura: mettete rossetto e ombretto a un Imam barbuto. Suvvia, dimostrate sprezzo del pericolo, e non del ridicolo come in questo caso. Impegnatevi davvero nella provocazione, alzate il tiro. Non siete stanchi di prendervela coi cattolici? Ah, no? Beh, d’altronde è come andare a caccia in riserva col richiamo, quelli sono un bersaglio facile: al massimo scrivono lettere indignate ai giornali, fanno un paio di interpellanze e poi lasciano perdere. Porgono l’altra guancia e invitano al dialogo.
    Animo! Sperimentate che cos’è la vera libertà di satira e di espressione, legittima eh, per carità. E sarebbe anche fondata: non risulta che nei Paesi islamici di stretta osservanza vi sia tutta quest’apertura verso i gay. Ah, dite di no, che non si può fare? Ah, certo, i musulmani si offendono, o meglio, hanno la reazione delle formiche nel loro piccolo. Quindi rifare l’arco sopracciliare a un anziano, venerato e rispettato membro della comunità religiosa islamica non vi sembra opportuno… Come dite? Una questione di rispetto. Ah, ci era parso…”

    Mi piace

  3. 🙂 🙂 🙂
    La povera Mic, ossessionata nel suo desiderio di calunniare ad ogni costo il Santo Padre, oggi rimprovera a Papa Francesco di non aver corretto il discorso che Napolitano gli ha fatto prima che lo pronunciasse!
    Sì, sì…. mi hai letto bene!
    🙂 🙂 🙂
    In Pace

    Mi piace

  4. C’é un’importante dichiarazione – certamente autorizzata – di Mons. Bruno Forte circa una “confidenza personale” ricevuta da Sua Santità il Papa Emerito Benedetto XVI:
    “Il Papa emerito mi ha detto che vede in Papa Francesco il compiersi della volontà di Dio che lui aveva voluto seguire con la sua rinuncia. Rinuncia che ora trova conferma proprio nel dono che Dio ha fatto alla Chiesa con Papa Francesco”.
    http://it.radiovaticana.va/news/2013/11/20/le_novit%C3%A0_di_papa_francesco,_radicate_nella_trad%20izione_/105-748362

    Scusate se ne faccio uno spunto per la chiacchiera…: secondo voi quelle che Magister chiama benevolmente “les tricoteuses” (R. e il suo ristretto gineceo) la finiranno ora di insultare e deformare l’immagine di Ratzinger?

    Mi piace

  5. “Forse Raffaello, l’apollineo Raffaello Sanzio, aveva capito tutto ritraendola mentre spacca tutti gli strumenti che si trova davanti, con gli occhi volti al cielo e cinquecento anni di anticipo su qualsiasi Pete Townshend. Viole, clarini, organi, basta! Gli storici dell’arte spiegano che nelle orecchie sta ascoltando l’unica vera musica, che è quella celeste; Guido Reni apprezzerà quegli occhi al cielo e ne farà il marchio di fabbrica dell’Estasi seicentesca, ma noi sappiamo la verità: Cecilia spacca tutto perché non ne può più, Cecilia vuole silenzio!”
    http://www.ilpost.it/leonardotondelli/2011/11/22/cecilia-youre-breaking-my-heart/

    ahahah

    Mi piace

    • fantastico Minstrel…

      das ist Kunst, herzlichen Glüchwünsch!

      Mi piace

      • Sono uno che propende a credere all’errore storico. Ma al di là di questo, fosse anche un errore il mio “propendere”, questo post del Tondelli resterebbe quello che è: un momento di altissima, ironica, arte di scrittura creativa! ahahahah

        Mi piace

Trackbacks

  1. Sull’intervista di Francesco a Scalfari. Oggi. | Croce-Via
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: