Papa Francesco: la Realtà è superiore all’Idea

“Esiste… una tensione bipolare tra l’idea e la realtà. La realtà semplicemente è, l’idea si elabora. Tra le due si deve instaurare un dialogo costante, evitando che l’idea finisca per separarsi dalla realtà. È pericoloso vivere nel regno della sola parola, dell’immagine, del sofisma. Da qui si desume che occorre postulare un altro principio: la realtà è superiore all’idea. Questo implica di evitare diverse forme di occultamento della realtà…”

Papa Francesco. Evangelii Gaudium, n. 231.

Annunci


Categorie:Aforismi

58 replies

  1. Prova sincerità per Simon…
    Questo è saltato fuori dalla lettura dell’articolo di Magister (in realtà dall’articolo di McGavin che propone Magister), altrimenti questo punto (che è un buon, ottimo punto) sarebbe rimasta sepolto tra le pieghe della Evangelii Gaudium.
    Insomma non credo ti sia accorto di tuo di questo punto a quasi un anno dalla sua pubblicazione.

    Mi piace

  2. Di mio mi permetto di aggiungere che la Verità è superiore alla realtà e alla idea.

    Mi piace

  3. Appunto Ubi: parole, parole, parole.
    La realtà è la verità. La verità è la realtà.

    Mi piace

  4. “La realtà è la verità. La verità è la realtà”
    Quindi Dio è un tagliatore di teste, di gole, che pratica iniezioni letali, che ammazza serialmente, che stupra, che ruba, ecc. ecc.
    Ah la logica (senza nemmeno tirare in ballo la Summa T.)…

    Mi piace

  5. Quella non è LA realtà. Quella che dici tu è la “realtà delle azioni dell’uomo” – quindi può essere la realtà del libero arbitrio.
    E in ogni caso, di qualunque realtà si parli, è superiore all’idea, come dice Papa Francesco.

    Mi piace

  6. l’onesta’ realtà verità nel bene non di certo dei criminali e assassini cui te ubi dai veste divina, sei avulso dalla vita concreta vera onesta coerente, la vita è realtà non di certo gli studi inconcreti da pulpiti e cattedre dorate, o da sacchi da prendere a pugni……………

    Mi piace

  7. La realta‘e‘superiore all‘idea mi pare una massima che potrebbe pronunciare il Diavolo per convincern uomova vedergli la sua anima. Il Diavolo Mefistofele ti da‘la realta‘: successo in questo mondo,felicita‘in questo mondo,amore in questo mondo,e tu devi scrificargli solo un “idea“:l‘idea che esista un anima ,e una vita eterna. Qui siamo oltre il post_-umanesmo teorizzato da Mons. Galantino,che ha dett che la Chiesa cattolica deve farsi portavoce del postumanesimo..
    Qui siamo al luciferino:e‘piu‘importante la realta‘che l‘idea,con buona pace di un certo Gesu‘che quando fu tentao dal Principe di questo mondo rifiuto‘ssdegnosamente la realta‘di questo mondo a lui offera per l‘Idea anzi l‘Ideale del Regno dei cieli

    Mi piace

    • Scusami, ma in un certo modo ti ringrazio: questo tuo intervento mi ha fatto ridere fin alle lacrime. Davvero spassoso 😀

      Venire poi a fare un commento del genere in un blog dichiaratamente “realista” alla maniera di Aristotele e San Tommaso mostra poi in te un senso del proposito alquanto “unico” 😀

      Non sono sicuro di essere d’accordo con quel che citi di Mons. Galantino non avendolo letto, però, di certo, in generale è più che tempo che i Pastori si interessino con intelligenza al fenomeno del trans-umanesimo ( o post-umanesimo): ne abbiamo già parlato su questo blog.
      In Pace

      Mi piace

    • Ciao Giacomo, scusa se prendo ad esempio le tue parole, ma secondo me sono emblematiche di un’operazione sistematica che avviene ai giorni nostri: è papa Francesco che “non va bene”, o sono coloro ai quali “non sta bene” (per svariati motivi, paradossalmente simili a quando eleggono un governo politico che non hai votato) a trovare SEMPRE delle interpretazioni che lo facciano apparire inadatto, quando non diabolico?

      O stai proponendo un “credo quia absurdum”?

      Piace a 1 persona

    • In verità il principio luciferino è quello che afferma che l’idea è superiore alla realtà. Infatti il suddetto principio è alla base dell’hegelismo e dei marxismo.

      Piace a 3 people

  8. Una domanda stupida le idee non sono reali?
    Un´altra cosa vuol dire che la realtá é “superiore”? In che senso? Con quale misura? Per cosa?

    Mi piace

    • Ciao Bla. Nella citazione del Papa “idea” è intesa come “regno della sola parola, sofisma” e il senso di idea risulta precisato. Quindi non è inteso nel senso della tua domanda.
      Per la seconda domanda, trovi la risposta leggendo integralmente l’Evangelii Gaudium, disponibile on line 🙂

      Piace a 1 persona

    • Le idee sono reali ma quel che pretendono rappresentare non per forza: se ho l’idea di cerbero a tre teste, l’idea è reale, ma il cerbero a tre teste non è.
      Nella frase citata di Papa Francesco si evince che la superiorità della realtà sull’idea proviene dal fatto che la prima “è”, mentre l’idea può essere avulsa dalla necessità di rappresentare qualcosa che “è”.
      Il che è una forza dell’idea, da un lato, in quanto permette avventurarsi in domini ancora ignoti, ma anche la sua debolezza in quanto può perdersi negli stessi domini, quelli che il Santo Padre nomina i domini dell’immagine, del sofisma, della sola parola senza significante.
      E come ha ben notato Franceschiello, chi dà più importanza all’idea che al reale, in fin dei conti è un ideologo sconnesso dal reale.
      In Pace

      Piace a 2 people

      • Mi pare qui siamo prossimi alla follia. La realtá, che sarebbe i segni sul mio schermo della EG mi mostrano le parole idee é realtá. Che sarebberó superiori alle idee. Cuando chiedo chiarimenti trinity prende quella realtá e la transforma in un idea diffeente che la esprime con la realtá “regno della sola parola, sofisma”, Simon di Cirene interpreta la “superiorita” con idee che non si trovano nel reale della EG, ma che sono elaborate da lui e transformate nella realtá “la superiorità dell’idea sulla realtà proviene dal fatto che quest’ultima “è”, mentre l’idea può essere avulsa dalla necessità di rappresentare qualcosa che “è”.”
        Veramente strano il realismo di questo blog.

        Mi piace

  9. “La realtà è il puro positivo metafisico”

    Ma quello é un idea!

    Mi piace

    • Un’idea che è referente al reale: un’ottima idea in questo caso visto che non è né errata né irrilevante al reale.
      In Pace

      Mi piace

      • Ma come puó essere “superiore” la realtá se hai bisogno di un idea per descriverlo?

        Mi piace

        • Hegel redivivo?!?
          e comunque si fa fatica a capire quel che scrivi. Grammatica e sintassi in più di un caso scazonti.

          Mi piace

          • Non ce bisogno di mettere in ballo Hegel. Mi pare che sia evidente che le idee siano parte della realtá. Mettere in contrasto realtá ed idee non ha senso e men che meno inventare una gerarchia tra loro. A meno che non si intenda realtá come mondo físico. Allora mettere in contrasto il mondo fisico col mondo ideale potrebbe avere un senso ma mi pare che anche cosi il rapporto di superioritá di uno sull´altro non si tiene.

            Mi piace

          • Ma, al di là delle questioni di lana caprina, se uno ti dicesse che gli unicorni sono reali perché almeno nei suoi pensieri esistono, come lo considereresti? Seriamente.

            Mi piace

          • Spiegami perche l´esistenza di un tizio che dice che gli unicorni sono reali perché almeno nei suoi pensieri esistono fa che la realta sia superiore all`idea e ti rispondo.

            Mi piace

          • Nessuno vuole mettere in contrasto le idee con la realtà, si sta solo dicendo che quest’ultima è il vaglio con cui si distingue un’idea buona da un’idea cattiva.

            Se io voglio fare un ascensore e non lo penso con un motore, sto avendo una pessima idea, perché se avessi osservato il mondo REALE saprei che c’è la forza di gravità con cui dover fare i conti.

            Mutatis mutandis questo vale sui temi caldi antropologici di oggi: qualsiasi idea sull’uomo deve tenere conto della natura umana (che è dato reale!) altrimenti è inconsistente, quando non dannosa.
            Vedansi eterologa, “famiglie” omogenitoriali, utero in affitto, etc.

            O se preferisci “la realtà è superiore all’idea” la puoi vedere come una chiosa a “non chi dice ‘Signore, Signore’ ma chi fa la volontà del Padre mio che è nei cieli.”

            Mi piace

          • “Nessuno vuole mettere in contrasto le idee con la realtà,”

            Allora piú che lamentarvi di come scrivo l´italiano lamentatevi di come esprime le idee Francesco.

            Mi piace

          • Dove il Santo Padre sancirebbe una dicotomia inconciliabile tra idee e realtà (cosicché possa lamentarmene), di grazia?

            PS: meglio rispondere anche al resto del commento, invece che sottolineare solo la prima frase per sviare poi con un ad hominem…

            Mi piace

    • il puro positivo è quella “cosa” che permette che un’idea sia.

      Mi piace

  10. Idea:il matrimonio e‘indissolubile. Realta‘:la maggior parte dei coniugi se non divorziano si odiano cordialmente. E‘superiore l‘idea o la realta‘?
    Idea: onora il padre e la madre. Realta‘:la maggior parte dei figli se ne fraga dei vecchi genitori e appena puo‘li manda all‘ospizio. Idea:perdona iltuo nemico e prega per chi ti odia. Realta‘:la maggioe parte degli uomini non solo odia il proprio jemico ma odia e tradisce anche il proprio amico. Idea:il bene e la verita‘ al primo posto. Realta‘: il male e la menzogna al primo posto.
    Certo che ci vuole un bello stomaco per essere “realisti“ Io mi vanto di essere idealista come Platone e come Sant Agostino e come tutti i Padri della Chiesan Il Vero il bene e il bello non sono solo Idee ma la vera essenza della realta‘. !Quello che voi chiamate realta‘e cioe‘il mondo materiale esiste solo petche‘un Pensiero l‘ha pensato!

    Mi piace

    • Giacomo (aldo, giovanni e giacomo?)
      Se però tu continui a pensare al Vero-Bene-Bello (oh-che-bello-star-qui-a-pensare-al-bello!) e non fai niente per cambiare la realtà disastrosa che hai descritto sopra….. quale REALTÀ prevale secondo te?

      Piace a 1 persona

    • Tutti i Padri tranne un certo San Tommaso d’Aquino, vivamente consigliato da un certo Papa Leone XIII.
      Sant’Agostino comunque si sta rivoltando nella tomba. Quello che ci proponi non è cristianesimo è banale idealismo. Se le cose fossero come dici tu non varrebbe proprio la pena di crederci, al cristianesimo. E comunque per Agostino Dio è a pari titolo Essere Pensiero Amore.

      Piace a 1 persona

    • Se quelle idee non diventano realtà, infatti, rimangono pure astrazioni: se Cristo è un'”idea” e non una presenza reale nella storia (e nell’Eucarestia) allora essere cristiani è un fideismo astratto.

      Le idee che esponi sono belle SOLO nella misura in cui si realizzano: non sono un buon cristiano se ho begli ideali, ma solo se li concretizzo.

      Piace a 1 persona

      • Beato te che puoi leggere tensione tra realtá e idea in concrettizzare nella realtá la tua fede. Non ti disturba il fatto che secondo EG deva essere la realtá cioé la prática a guidare le idee cioé la fede?

        Mi piace

  11. Provo a cimentarmi anch’io, non so se la imbrocco. Se considero l’idea come elaborazione mentale della realtà, certamente posso errare in questo percorso o tentativo, quindi la realtà sarà sempre superiore all’dea . Ma non posso esimermi dall’elaborazione della realtà. , darle un peso, un senso ecc. . Bisognerebbe definire la realtà, quale realtà. Boh!

    Mi piace

  12. È proprio vero.

    Mi piace

    • Risulta così difficile da concepire che la totalità della realtà, tutto ciò che a qualsiasi titolo esiste è “un tanticchio troppo grande” per essere contenuto tutto nella mente=nelle idee di un singolo uomo? O ci riteniamo dei onniscenti? Si, talvolta ci riteniamo dei onniscenti perché errare humanum est…ergo, non possiamo mai dare per scontato di aver capito tutto. La frase vuol dire questo, in soldoni!!!
      Un tizio vissuto parecchi secoli fa diceva di essere il più sapiente degli ateniesi perché, a differenza dei suoi concittadini, sapeva di non sapere. E non era nemmanco cristiano cattolico.

      Piace a 2 people

      • Non mi ritengo omnisciente. Ma allora non é che la “realtá é superiore alle idee”, ma che l´idea che possiamo fari della realta é inferiore alla realtá stessa in quanto é sempre incompleta. E bisogna aggiungere che esiste un idea completa della realtá stessa. Il Logos.

        Mi piace

        • E magari il Logos, che primariamente significa Parola (come in Genesi) e non Idea (come in Platone) e arriva in teologia tramite i Septuaginta e Filone Alessandrino, non sei tu. Rilassati.

          Piace a 1 persona

          • E fai a te stesso il favore di non litigare con la logica perché se fai affermazioni contraddittorie non dici niente. Omoios phytos dice Aristotele.

            Piace a 1 persona

          • Peccato che Francesco dica che l´idea é il regno della sola parola, dell´immagine, del sofisma.

            Mi piace

          • L’idea scollegata dalla realtà lo è, e non ci piove!

            Eppure è scritto chiaro e tondo…

            Mi piace

          • Va bene, ma allora esiste l´idea che scollegata dalla realtá e l´idea che aderisce pienamente alla realtá. Non tutte le idee sono inferiori alla realtá. La realtá solamente é. L´idea puó essere vera o falsa. Questo vuol dire che la realtá é superiore?

            Mi piace

          • “Superiore” a livello di “priorità di presa in considerazione” indubbiamente: se le mie idee cozzano con la realtà è questa che fa fede e sono io che devo cambiare le mie idee concordemente alla realtà (adaequatio rei et intellectus).
            Se faccio il contrario sono un ideologo: uno che pretende di forzare la realtà nei propri schemi mentali. Gli effetti di questo possono essere dannosissimi (si vedano gli orrori del ‘900).

            “Tanto peggio per i fatti se non si accordano con la teoria”: non fu Hegel a pronunciarla?

            Mi piace

  13. In questa discussione ci sono un paio di persone che scherzano, vero?
    Credo che sia impossibile fraintendere quelle 10 righe di Evangelii Gaudium.
    Ditemi che stanno scherzando, trollando, ecc……
    Perché se esistono nella REALTÀ 😀 aiutoooooooooooo

    (ai troll: significherebbe che prima “vi siete autopensati nelle idee” e poi “siete comparsi”. Invece, ahimè, prima esistete nella realtà – poi avete avuto “idee” – e poi, ahinoi, le avete battute su una tastiera e messe in rete)

    Piace a 1 persona

  14. la realtà è il dovere spesso pesante per sopravvivere, l’idea son le realtà dei signorini abbarbicati a parole, parole….soltanto parole, parole fra voi…….ke cosa siete, cosa siete, ve la canto co na canzuncella di mina…………….

    Mi piace

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: