Dialogo al crocevia fra Benedetto e Piergiorgio

Ssssh, il professore prende la parola!

SOTTOTITOLO – L’APOLOGETICA CATTOLICA STA TORNANDO: TREMATE GENTE, TREMATE!

Segnaliamo che Benedetto XVI, Papa emerito, ha risposto con lettera personale a Piergiorgio Odifreddi, autore del libricino “Caro Papa ti scrivo”. Con la sua consueta verve (va beh) egli (Odifreddi) scrive sul suo blog – lo stesso che aveva chiuso definitivamente e poi riaperto subito dopo, quando ha visto che nessuno ne ha pianto la perdita… – che leggendo “Introduzione al Cristianesimo” di Ratzinger ha “capito che la fede e la dottrina di Benedetto XVI, a differenza di quelle di altri, erano sufficientemente salde e agguerrite da poter benissimo affrontare e sostenere attacchi frontali.” (Sottolineature mie).
Frase che fa comprendere con chi stiamo parlando… procediamo oltre.

Ovviamente gli attacchi frontali sferrati nel suo libricino avevano le caratteristiche degli pseudo-attacchi alla religione di Odifreddi che tutti conosciamo e che Luis ha qui ben sintetizzato.  Nulla di nuovo sotto il sole insomma: le solite tiritere spesso figlie di incompetenza in ambito filosofico e teologico.

In attesa di poter leggere integralmente questi 11 fogli di protocollo che Repubblica pubblica per ora tagliati (arrrgh!!!), in attesa che il server web del quotidiano intasato risponda, non possiamo che sorridere leggendo quello che scrive Don Aldo Buonaiuto sul Velino.it quando riporta che il Papa emerito ha scritto: “mi sono meravigliato di una certa aggressività e dell’avventatezza dell’argomentazione” e ancora “Se non è lecito tacere sul male nella Chiesa non si deve però, tacere neppure della grande scia luminosa di bontà e di purezza, che la fede cristiana ha tracciato lungo i secoli.”

Il server ha risposto! Ecco Repubblica… leggiamo un pò velocemente:

Quando invita Odifreddi, “in modo deciso“, a “rendersi un po’ più competente da un punto di vista storico” perché parla di Gesù in modo non “degno del Suo rango scientifico”?

Non resta che dire: Aaah!

Quando scrive che se la Teologia è una buffonata non c’è che da rimanere meravigliati che “tuttavia, ritenga il mio libro degno di una discussione così dettagliata”?

Non resta che dire: Aaahahahahahah!

E quando scrive che Odifreddi pretende di far filosofia sostituendo Dio con la Natura senza nemmeno accennare a cosa sia questa fantomatica Natura?

Non resta che dire: Wwwoooow!

E quando critica la “religione della matematica” di Odifreddi dicendo che quest’ultima non considera mai tre temi fondamentali dell’esistenza umana: la libertà, l’amore e il male?

Non resta che dire: Grazie Benedetto XVI!

Grazie per tutto quello che ha fatto da Papa e continua a fare da Papa Emerito. Che Dio la preservi a lungo perché abbiamo bisogno di persone che sanno far notare le contraddizioni delle metafisiche altrui e hanno la potenza mediatica per seminarle ai quattro venti.
Quando avverrà la pubblicazione completa segnaleremo il tutto naturalmente. Per ora:

Grazie,

grazie,

grazie!

EDIT:
Se questa lettera contribuisse anche a editare in Italiano il libro del 2007 Jesus und das Judentum di Martin Hengel e Anna Maria Schwemer sarebbe davvero splendido… qualche casa editrice che coglie la palla al balzo?! Dai!

Annunci


Categorie:Attualità cattolica

Tag:, , , , , , , , , , , , , ,

16 replies

  1. Tra i bellissimi testi che la gerarchia dell Chiesa sta producendo nel suo dialogo con il mondo c’è anche una bellissima riflessione del Card Ravasi apparso ieri su Avvenire sull’immortalità dell’anima e la risurrezione: da leggere assolutamente per l’intelligente presentazione del credo cattolico nella sua interezza e senza concessioni.

    A titolo di sorriso e per farci una buona risata la lettura del commento di Mic sarà l’occasione di vedere in actu esercito qualcuno abituato a solleticarsi i propri piedi e torturarsi con morosa delattazione pur di aver per forza qualcosa da ridire: attenti al mal di pancia dal troppo ridere!
    In Pace

    Mi piace

    • Sarebbe quasi da rispondergli a tono a Mic che pretende di insegnare cosa sia l’anima nella dottrina cattolica a chi la studia da cattolico da decenni e scrive libri al riguardo.
      Breve storia dell’anima
      Anima fra scienza e fede
      e così via
      Per fortuna l’attualità cattolica ci permette di soprassedere. 🙂

      Mi piace

      • @ Kerygmatico Possa piacere o no Mic è un’ottima teologa. Un mio, plurilaureato in teologia ed affini, leggendo alcuni scritti di Mic ha detto che assai brava. Vicende del blog a parte.

        Mi piace

        • Nulla da togliere Andrea, il mio non vuole essere un commento ad hominem poiché so che Maria ha studiato e studia da tutta una vita.
          Ma non posso fare a meno di notare che qui cerca davvero il pelo nell’uovo e lo trova soltanto in un passaggio di secondaria importanza rispetto al tema centrale dello scritto; inoltre analizza “il pelo” tralasciando la riflessione filosofica di fondo dello scritto di Ravasi e cioè l’analisi dell’impossibilità della ragione umana di comprendere perfettamente quel che succede nell’aldilà, nell’eternità, cioè nel campo non del tempo infinito, ma del NON-TEMPO!
          Questo è il quid filosofico che va rispettato se si vuole contestare qualcosa a questo scritto, è in questa propsettiva cioè che vanno valutate le parole scritte.
          Di questo nemmeno l’ombra ovviamente, anzi si parla di “ottavo giorno”, di “rinnovo” dell’umanità ecc. Tutte cose che si, fanno parte della dottrina cattolica, ma vanno lette in una grammatica teologica meno rigorosa di quella che Ravasi adotta e che un eventuale critico dovrebbe adottare. Tutto qui.

          Mi piace

          • Che bello ritrovarvi tutti qui!!!
            Mi piace confrontarmi con voi. Peccato che sugli altri siti non ci riesco mai… Ma mi siete simpatici!
            @ kerigmatico (minstrel) Sul sito di Andrea Tornielli non riesco a scrivere più a motivo della gran confusione che regna. Ti stimo moltissimo quando lotti con Sal o con qualche ultratradizionalista ottuso. A riguardo di Mil invece sono sfortunato… mi segano tutti i post. Ultimo quello di oggi sulla lettera al Papa (che tutti devono leggere per insultarlo) ma che per paura non viene mandata a lui… Volevo anche difenderti anche se non ne hai bisogno, ma mi hanno segato anche quel post. Eppure non sono mai offensivo, anche se non condivido le loro idee. Spero in questo blog di potermi almeno esprimermi
            Mi hai sempre detto di essere bergamasco: però hai come sfondo del blog la chiesa di Triante… non dirmi che adesso abiti a Monza! Se si penso proprio che ci conosciamo…
            @Symon
            Sono contento di ritrovarti qui: mi ricordi un agosto caldissimo di qualche anno fa quando abbiamo avuto una fresca discussione sull’inferno su MIL (ho conservato ancora il link!) Quanto tempo è passato!
            @Andrea Carradori
            Spero di riuscire a chiarire anche con te le mie posizioni: qui sono certo di esprimermi liberamente senza che accada come su MIL quando le mie risposte ai tuoi interventi mi vengono sistematicamente segate! Ripeto: io non sono mai offensivo!
            @ all
            Grazie di avermi accolto! Quando ho tempo leggo l’articolo di Ravasi e poi lo commento.

            Mi piace

          • No donemanuelemanuel2013, non sono di Monza. Tenni semplicemente uno spettacolo in quella Chiesa e ne approfittai per scattare qualche foto allo splendido Crocefisso. Grazie delle parole gentili. Ho provveduto io su MiL a spiegare la mia ironia, che a quanto pare non è stata ben compresa (uff 😉 ).
            SPerando ovviamente che non mi “seghino”…
            Benvenuto e buona permanenza. 🙂

            Mi piace

          • Caro donemanuelemanuel2013,
            non vedo l’ora di scambiare di nuovo con te: per di più sono sempre un fan dell’idea di inferno e di un inferno pieno anche! o perlomeno abitato 😉 : che ne sarebbe della realtà della nostra libertà senza esso? E senza libertà reale, quale sarebbe l’amore di Dio?
            A presto!
            In Pace

            Mi piace

  2. Scrive il Papa emerito sul Gesù storico:
    «Il seminario americano su Gesù (Jesus Seminar ndr) che Lei cita alle pagine 105 e sgg. conferma soltanto un’altra volta ciò che Albert Schweitzer aveva notato riguardo alla Leben-Jesu-Forschung (Ricerca sulla vita di Gesù) e cioè che il cosiddetto “Gesù storico” è per lo più lo specchio delle idee degli autori. Tali forme mal riuscite di lavoro storico, però, non compromettono affatto l’importanza della ricerca storica seria, che ci ha portato a conoscenze vere e sicure circa l’annuncio e la figura di Gesù. »
    Tema di capitale importanza! Come dice l’amico Don Barbaglia: la tecnica dello spazzolino nella storia è una fregatura! Ad una figura storica togli togli togli togli e quello che ti resta alla fine è un fantasma della figura che stai analizzando, vestita (aggiungo io) dell’ideologia propria dello storico dentista…
    Il Jesus Seminar ha seminato gran poco da quel che so. E resterà ancor meno! Si profilano i segni per una proficua intervista a Don Silvio Barbaglia, biblista.
    Vi faremo sapere!

    Mi piace

  3. Sono scioccato! Come prima reazione mi verrebbe da dire “ja fatto bene il ritiro in monastero”, poi mi vengono in mente tante cose e mi sparisce il buon umoore!

    Mi piace

    • Enigmatico Don Camillo as usual! 🙂 Cosa intende carissimo? Nel senso che le manca la straordinaria competenza di Benedetto XVI? Mancava anche a me, per questo esulto accorgendomi che Francesco è il Papa che serve oggi e l’Emerito ancora oggi ci regala suoi prodigiosi scritti!

      Mi piace

  4. Nel senso che le manca la straordinaria competenza di Benedetto XVI?
    No per nulla! Mi conosci poco! mi sembra di vivere un incubo! 🙂

    Mi piace

  5. Ho letto alcuni commenti in calce al post di Odifreddi.
    Incredibile come ora Benedetto XVI abbia “acquistato punti” perché ha fatto quel che ha fatto Francesco. Se l’avesse fatto da Papa gli stessi si sarebbero probabilmente scagliati contro il nuovo inquisitore, come al solito. Starò facendo la “storia con i se”, ma nella mia utopia ritengo che anche Odifreddi avrebbe potuto vantarsi di essere un nuovo Galilei… e invece.
    Sembra che con questo Papa anche i cosidetti laicisti abbiano ritrovato una sorta di calma interiore che gli permette di vedere che dall’altra parte della barricata da loro eretta c’è un uomo che vuol dialogare.
    Per quanto mi riguarda: mezzo miracolo!

    Mi piace

  6. Hai capito l’Odifreddi?!
    La lettera di Ratzinger verrà pubblicata integralmente solo nel suo nuovo libro.
    Questo qui ha capito tutto…

    Intanto primo commento di UCCR
    http://www.uccronline.it/2013/09/24/odifreddi-finalmente-qualcuno-mi-ha-preso-sul-serio/

    Mi piace

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: